facebook_pixel

Troina, multa per chi si ferma con le prostitute

Troina, multa per chi si ferma con le prostitute

Troina, multa per chi si ferma con le prostitute

TROINA - "Linea dura per chiunque sosti sia a piedi che con le auto, o si intrattenga anche temporaneamente sulle strade pubbliche del territorio comunale e delle sue adiacenze, in compagnia di donne dedite alla prostituzione". E' quanto fanno sapere dall'Ufficio stampa del Comune troinese. "Con apposita ordinanza, volta a fronteggiare il dilagante fenomeno del meretricio, che nelle ultime settimane ha interessato e turbato la quiete della città e dei suoi abitanti, il sindaco Fabio Venezia ha disposto che i soggetti che indistintamente offrano e usufruiscano di prestazioni sessuali, vengano multati con una sanzione di 500 euro. Nonostante su segnalazione del primo cittadino siano aumentati i controlli straordinari delle forze dell’ordine e della Polizia municipale, che stanno lavorando con attenzione sul territorio comunale, purtroppo in città serpeggia ancora uno stato di allarme e disagio che, oltre a creare turbamento e insicurezza, intacca il senso del decoro urbano", si legge in un documento diffuso on line, anche attraverso il sito web dell'ente, che si conclude così: "Da qui, la decisione del primo cittadino d'intervenire per arginare non solo il diffondersi dell’esercizio della prostituzione, ma anche e soprattutto di fenomeni a esso correlati quali il favoreggiamento e lo sfruttamento, la violenza sessuale, la riduzione in schiavitù e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Le multe, per esigenze di sicurezza pubblica, saranno applicate dalla Polizia municipale a chi si arresti, anche a piedi e per breve tempo, con soggetti che sostano prolungatamente sulla strada pubblica e nelle sue adiacenze per offrire prestazioni di meretricio e contrattare prestazioni sessuali, o si intrattenga per chiedere informazioni e concedere ospitalità a bordo del proprio autoveicolo, e a quante sostino per le vie della città, con inequivocabili atteggiamenti riconducibili all’esercizio della prostituzione".

Nicola Digiugno

Articoli simili

Lascia una risposta

Chiusi
Chiusi

Inserisci il tuo username o il tuo indirizzo email. Riceverai via email un link per creare una nuova password.

Chiusi

Chiusi